Mamma Mia

Certo mi mancano le telecronache di Marina D’Agata, ma bisogna ammettere che RaiSport sta facendo un ottimo lavoro (e Franca Bianconi non è più acida com’era ai tempi delle Olimpiadi di Torino, anzi è amabile). Mi capita di seguire alcuni pattinatori noiosi solo per ascoltare il commento.

Proprio dal commento mi giunge notizia che i fan giapponesi di pattinaggio sono affezionati al “mamma mia” che Franca Bianconi escalama alla fine degli esercizi di Yuzuru Hanyu. A quanto pare ascoltano il commento italiano appositamente, in attesa del “mamma mia”.

Secondo me i fan giapponesi hanno familiarità con “mamma mia” per via di Mamma Aiuto in Porco Rosso, tra l’altro al museo dello Studio Ghibli di Mitaka (dove ho avuto la fortuna di visitare alcuni anni fa)  lo shop si chiama proprio Mamma Aiuto.

mammaaiuto

Advertisements