Cosa leggono le sentinelle in piedi esattamente

Andare in città qui è una esperienza da caravanserraglio. Ci sono i cadetti con la mantella lo spadino e i brufoli, quasi tutte le donne indossano i leggings, poi ci sono quelli che manifestano contro le scie chimiche, e da un po’ di tempo abbiamo pure le sentinelle in piedi.

Ma io mi chiedo, ma cosa leggono le sentinelle in piedi? No, perché è strano, solitamente chi legge è abbastanza difficile che sia un reazionario. Quindi questi devono aver trovato tutta una serie di letture che ti fanno diventare reazionario. Come quelle cassette che c’erano allegate a Cuore negli anni Novanta, diventa leghista con l’ipnosi.

Sono talmente curiosa che sono andata a vedere le photo gallery e ho provato a ingrandire le copertine dei libri (ho tagliato via le facce), pochissime si vedono abbastanza chiaramente, ma qualcuna c’è.

tonaca2

Scienziati in tonaca. Da Copernico, padre dell’eliocentrismo, a Lamaître, padre del Big Bang.
Ed. Lindau

Questo è interessante perché sembra suggerire che i religiosi non sono poi così retrogradi come li vogliamo dipingere. Tante grazie, la carriera ecclesiastica per secoli ha garantito sostentamento, accesso all’istruzione, tempo per dedicarsi agli studi ed eventualmente ad una vita di ricerca scientifica. Come si diceva in queste campagne fino a un paio di decenni fa, i preti ti aiutano a studiare. E’ abbastanza ovvio che questo abbia prodotto parecchi scienziati in tonaca per secoli e secoli. Ma oggi che l’accesso all’istruzione funziona diversamente, come la mettiamo? Dove sono gli scienziati in tonaca? I dogmi del positivismo, ma per piacere, mi sembra di sentir parlare il mio deleterio professore di italiano del liceo, quello che poi ho dovuto ristudiare tutto daccapo all’università perché era tutto sbagliato, che se volete figurarvelo era uguale identico all’arcidiacono Frollo versione Disney (compresa l’onda nei capelli).

Zeno

La coscienza di Zeno (mi pare, non sono sicurissima)

Sbaglierò, ma secondo me questo è un libro riciclato dall’interrogazione delle superiori, era lì comodo sullo scaffale, ci sono ancora le annotazioni. Con tutto il rispetto per Italo Svevo, ma questi classiconi da interrogazione delle superiori fanno un po’ questa fine di solito.

vitae

Evangelium Vitae

Effettivamente un’enciclica particolarmente reazionaria. Non c’è molto da commentare. Il lettore prende pure appunti.

peccato

Ok qui non si capisce che è, però è sfocato ad arte e guarda caso si legge solo la parola peccato in basso a sinistra. Non credo però che sia un libro di Quelo.

tutte

Tutte le encicliche

Addirittura tutte le encicliche?! Ma come è possibile? Nuove frontiere del tascabile. La prossima volta che mi fermo in autogrill son sicura che lo trovo accanto alla cassa.

Oh, non è che io voglio sfottervi gratuitamente eh, cari amici, non offendetevi. Capisco che possa essere allarmante che improvvisamente una vostra convinzione non è più mainstream. Portate pazienza, bisognerà che un pochino vi adattate, ecco magari leggetevi il nuovo testamento invece che encicliche, date retta a Gesù, non giudicate a destra e a manca la vita degli altri, la pagliuzza la trave, avete presente.

Comunque, ve lo dico da ex catechista, non esagerate troppo con le letture. Io in canonica un giorno ho trovato da leggere Ballard e vedete poi che mi è successo.

Advertisements