Blog This

Da un mese ormai, con solo una breve pausa per trangugiare Tazaki Tsukuru, sto leggendo e rileggendo con grande soddisfazione questo Fans, Bloggers, Gamers – Exploring Participatory Culture di Henry Jenkins. E’ un viaggio avanti e indietro nel tempo sulla timeline dei cultural studies, della scuola di Birmingham, dei miei vecchi paper con la macchina da scrivere, delle mie piccolissime e ormai antiquate pubblicazioni accademiche, ma soprattutto della fatica bestia che si faceva a metà degli anni Novanta a fare i fan partecipativi con la connessione modem.

Una tenerezza.

Pensate che Jenkins si lamenta perché all’epoca prendemmo Textual Poachers troppo seriamente, e trasformammo lui in una figura messianica, quando a malapena aveva finito il suo PhD.

E’ vero, è esattamente quello che abbiamo fatto. Ma ci siamo molto divertiti, non è forse vero? Ci divertiamo ancora in realtà, come dimostra Fic – Why Fanfiction Is Taking Over the World.

Jenkins

Comunque, a parte questo siparietto di nostalgia felice nothombiana, mi fa piacere che siamo cresciuti, un po’ pe, ma anche perché è bello acquisire una proria personale prospettiva temporale.

Prendiamo STTNG 0517 The Outcast.

Data stellare 45614.6

Quando lo vidi nel 1993 mi sembrò un gioiellino di discorso LGBT, ma a rivederlo adesso, gesù, è davvero molto eteronormativo. Ben intenzionato per carità, anche lodevole, ma eteronormativo. Insomma, questi Jinai ci hanno messo chissà quanti millenni per evolversi in quanto androgini senza genere, e a Soren bastano 5 minuti sull’Enterprise per innamorarsi di Riker, il bellone dell’astronave. A cosa ci tocca assistere, seppure in senso figurato.


Per non parlare di Data. Perché mai, si fa notare nei primi capioli di questo densissimo saggio di Jenkins, perché mai Data è etero? Insomma, è un androide, chi gli ha assegnato l’eterosessualità d’ufficio? Il dottor Soong? Non ci avevo mai pensato. Che tonta. E poi perché si affrettano così tanto a chiarire fin dal terzo episodio della prima stagione che sia Data che Tasha Yar sono entrambi etero, mentre per tutti gli altri lo si da addirittura per scontato?  Comunque li perdono visto che la vicenda di Data e Tasha è selvaggiamente romantica.

 

Advertisements