Ettore Sottsass

Da esattamente 25 anni non faccio una vacanza tradizionale, nel senso di una vacanza stanziale, con le giornate di tutto riposo, il sole che sorge e tramonta, il libro da leggere. Dal 1991 solo viaggi itineranti o vacanze di studio o di sport, con zero tempo libero.

A volte fantastico di andare vacanza e quando ci penso mi viene in mente Villa Doré a Cap D’Antibes, dove Ettore Sottsass ha disegnato una piscina nera e immergendosi si può sognare di trovarsi in uno di quei laghi scuri pieni di cose vive, oppure in un torrente ombreggiato dagli alberi, una laguna con le mangrovie, magari un cenote.

Essere in viaggio insomma, con i sensi.

dreampool

(credit Jessica Antola)

Advertisements