Corporate Identity

Quando ero pendolare in treno negli anni Novanta vedevo molto spesso i lavori di fra32. Purtroppo il suo stile non mi è mai piaciuto, questione di gusti, per quanto solidarizzassi con il princìpio, quindi è più preciso dire che quei graffiti li subìvo, come ho poi negli anni ho subìto tutti i suoi noiosi seguaci.

Passando al pendolarismo automobilistico, ho poi continuato a provare fastidio per i graffiti che trovavo e trovo brutti o insignificanti ma sono costretta a incontrare sulle strade del pendolarismo lavorativo. Due anni fa un rudere con sopra un enorme disegno che trovavo orrendo e dovevo guardare per forza due volte a settimana è stato abbattuto, con mio gigantesco sollievo. Al suo posto ora sorge una anonima palazzina e io passo di lì più volentieri.

Noi grigi lavoratori siamo costretti a guardare gli stessi graffiti ogni mattina e ogni pomeriggio, anche per anni. Non possiamo chiudere gli occhi sennò ci schiantiamo con la macchina o cadiamo sui binari. Quindi al di là del legittimo desiderio di autoaffermazione notturna, della manifestazione della propria indidualità nel buio e nell’illegalità, al di là della sfida all’autorità preposta a pulire, io credo che lo street artist dovrebbe considerare anche l’impatto sulla quotidianità del pendolare.

Negli anni ho amato tanti street artist, e per loro ho modificato i miei itinerari quotidiani quando ho potuto, in modo da poter guardare più spesso e più agevolmente i loro lavori. Nell’ultimo anno, sui muri di una zona industriale abbandonata che vedo tutte le mattine mentre guido e spesso anche al pomeriggio, sono comparsi graffiti di mio gradimento e io sono super riconoscente a questi autori che di notte lavorano per rendere la mia giornata più significativa. Hanno calcolato le proporzioni in modo che i disegni siano visibili fin dalla cima di un cavalcavia, da una precisa angolazione. L’hanno fatto per me, che arrivo da lì!

Ecco, sarei felicissima di essere una pendolare ferroviaria tedesca e di vedere dal treno uno splash di Moses e Taps.

splash

Advertisements