La vendetta dei 365 polli

Si avvicina la primavera e in palestra si inizia a stare stretti.  Dopotutto il mare si è ritirato alla fine del Pliocene, le foreste sono state abbattute per far spazio all’agricoltura, fuori c’è lo sforamento delle polveri sottili e comunque bisogna lavorare tutto il giorno, quindi eccoci in palestra ad armeggiare con gli arnesi Technogym.

Io capisco che volete dimagrire, per l’estate o addirittura per un ambizioso obiettivo a medio termine come sposarvi nel 2018 e fare un bambino nel successivo quadriennio olimpico. Quindi volentieri vi lascio spazio alla vecchia spalliera e possiamo fare a turno per usare la tavoletta propriocettiva. Mi ritiro tranquillamente in un angolo durante la lezione di pilates revolution.

revolution

Però vi chiedo una cortesia. Non fate la dieta dei 365 polli, vi prego. Sapete io vi vedo, in mensa, ogni giorno mangiate un petto di pollo alla griglia. Credete che funzionerà ma è un’illusione. Perderete faticosamente e dolorosamente un po’ di peso, ma non durerà. I polli torneranno, torneranno tutti, per cercarvi, per cercare prorio voi. Si vendicheranno. Non avrete scampo, neppure nel sonno, vi sveglierete ogni giorno un po’ più grassi. Questo dominio sulla natura, che vi illudete di aver conquistato e che praticate mangiandovi un pollo industriale al giorno, è una follia. Tornerete lardosi, peggio di prima, e io vi vedrò e mi irriterò molto perché sono state costretta a guardavi mangiare 365 polli ed è pure stato tutto inutile.

Trovatevi per piacere un regime alimentare con un senso.

Grazie.

Save

Save

Advertisements