Weird Chris Reynolds

L’oggetto del desiderio, durante il BilBolBul dello scorso anno a Bologna, era questa antologia di Chris Reynolds, solida, luccicante, metallizzata di Tunuè.

E’ stato recentemente portato alla mia attenzione che la parola weird è filologicamente molto interessante. Old English wyrd, il destino, dal verbo weorþan, diventare, ha dato origine anche all’Old Saxon wurd, da dove viene anche il tedesco werden, oltre che a weird nel senso elisabettiano di capace di controllare il destino (the weird sisters di Macbeth).

Lo faccio presente così, visto che ultimamente con mia grande soddisfazione si è tornati a parlare di weird un po’ da tutte le parti.